Installare i radiatori elettrici e collegarli all’impianto elettrico

I radiatori elettrici sono un ottima soluzione in caso di guasto temporaneo dell’impianto di riscaldamento, infatti se si ha la necessità di riscaldare solo una determinata stanza della casa, in questo caso si può collegare un radiatore elettrico nel punto dove si dispone una presa della corrente.

In genere i radiatori a corrente si possono facilmente spostare in ogni stanza grazie alle ruote poste sotto il radiatore stesso.

Il punto debole dei radiatori elettrici è il forte consumo di corrente, ecco perché consiglio di collegarlo solo in caso di un guasto all’impianto idraulico o in alternativa se si vuole riscaldare velocemente una singola stanza.

Leggi anche: Quando conviene usare i radiatori ad olio e come funzionano – I vantaggi dei nuovi termosifoni in acciaio

radiatori elettrici

Un’altro punto a sfavore dei radiatori elettrici è il fatto che qualsiasi apparecchio elettrico verrà utilizzato contemporaneamente con il radiatore subirà  dei piccoli inconvenienti durante l’utilizzo.

Potrebbe interessarti: Perché tenere bassa la temperatura dei termosifoni – Le caratteristiche di un radiatore tubolare

Oltre i radiatori elettrici ricordiamo anche che esistono i radiatori ad olio, questi particolari radiatori funzionano tramite una resistenza elettrica che riesce a scaldare l’olio contenuto nel radiatore, in questo modo viene mandato calore a tutto il radiatore.



Aggiungi un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *