Rubinetto monocomando: sostituzione cartuccia

rubinetti monocomando a leva sono tra i più diffusi e utilizzati e hanno un sistema molto differente rispetto ai vecchi rubinetti, infatti non sono dotati di una guarnizione che fa da tenuta ma bensì hanno dei dischi in ceramica che garantiscono una lunga durata.

Nella maggior parte dei casi quando un rubinetto monocomando a leva non funziona più correttamente e significa che bisogna cambiare la cartuccia posta all’interno del rubinetto.

Per effettuare questo lavoro occorre: Un cacciavite possibilmente a taglio, pappagallo di piccole dimensioni ed infine un martellino.

Per prima cosa occorre chiudere l’acqua principale della casa o se in caso avete le valvole di chiusura direttamente sotto la zona desiderata basterà chiudere solamente quelle due valvole ovvero acqua calda e fredda.
Ora bisognerà prendere il cacciavite e cercare di togliere il tappino in plastica posto subito sotto la leva che in genere è di colore rosso e blu questo per indicare l’acqua calda(rosso) e acqua fredda.

Una volta tolto il tappino in plastica vedrete una piccola vite, svitatela con un cacciavite ed estraete la leva del rubinetto monocomando.

In seguito vedrete il perno principale su cui era fissata la leva, con il pappagallo dovrete smontare quel perno per poter accedere alla cartuccia interna e cambiarla, ma prima di arrivare alla cartuccia occorre svitare il dado in plastica che blocca la cartuccia.

Per svitare il pezzo in plastica dovete usare un cacciavite, tenerlo appoggiato su una delle alette e dare dei piccoli colpi con il martellino così da andare a sbloccare e svitare il pezzo in plastica, una volta fatto potete finalmente estrarre la vecchia cartuccia.

L’ultimo passo ora è sostituire la vecchia cartuccia rovinata con una nuova, se non siete pratici portate direttamente la cartuccia così com’è dal ferramenta che ve ne darà una esattamente identica.

Infine inserite la nuova cartuccia, riavvitate il dado di bloccaggio in plastica e rimontate la leva, fatto questo aprite nuovamente l’acqua e controllate che non ci siano perdite.




Aggiungi un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.